Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Luna: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0

Leggi il testo: Link

"Alla fine degli anni '70, il clima sociopolitico è attraversato da una mutazione. Il contraccolpo è subito accusato dalla canzone d'autore, chiamata ad una conversione di rotta intelligente e rapida. Se i ragazzi non amano le prediche e guardano con sospetto la serietà dei fratelli maggiori, anche i cantautori smetteranno di predicare, assumendo un'aria più scanzonata. Che non eliminerà dalla nuova produzione l'alto artigianato e l'esigenza di poesia". (Gianfranco Baldazzi, "La canzone italiana del Novecento", Newton Compton Editore)


Luna

1980,Togni-Morra, Ed. Sugarmusic/Parking


Nel 1980 questa mutazione, altrimenti detta 'riflusso', viene avvertita anche da Gianni Togni. Questi, appena 19enne, aveva pubblicato nel 1975 un album con la IT di Vincenzo Micocci (etichetta in cui si formarono Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Ron, e Rino Gaetano) intitolato "In una simile circostanza" - che il "Dizionario del pop-rock" (Baldini & Castoldi) descrive con le parole: "Vicino al jazz con testi ermetici". Ma dopo l'insuccesso del disco di debutto, nel 1979 il giovane Togni decide di cambiare rotta. A dargli la possibilità di trovare la sua strada è l'incontro con il produttore Giancarlo Lucariello e il paroliere Guido Morra.


La nascita della canzone

Lavorando con il team costituito da Lucariello, Morra e Maurizio Fabrizio, che curò l'arrangiamento, Togni partorì il suo più grande successo. "'Luna' fu l'unione di due canzoni", racconta Lucariello: "una si chiamava, se non sbaglio, 'Anna', e l'altra 'Guardo il mondo'. La prima aveva un inciso forte - 'Anna non fare la scema', se non ricordo male - l'altra partiva con una strofa molto efficace, che faceva subito presa. Togni fu bravo ad accettare di unire i due brani: era un ragazzo di talento, con il quale a dire il vero non ebbi un rapporto molto intenso: la nostra collaborazione si fermò all'ambito professionale. Entrambi finimmo per porci, come obiettivo, quello di realizzare il miglior prodotto possibile. Facemmo subito centro con 'Luna', cui diede un notevole contributo anche Maurizio Fabrizio che avevo appena conosciuto, ma successivamente fu difficile continuare la collaborazione. Dopo il buon successo di 'Semplice', le nostre strade finirono per dividersi".

Lucariello molto probabilmente influì su diversi aspetti del personaggio Togni, a cominciare da un certo lavoro sull'immagine affine a quella di altri artisti da lui prodotti - ad esempio Riccardo Fogli: eleganza esagerata nell'abbigliamento, e capelli lunghi (in decisa controtendenza rispetto ai capelli cortissimi e vestiti sbrindellati del punk, esploso a fine anni '70). Un po' barocca anche la copertina, con un teatro dal sipario rosso alle spalle del cantante, e soprattutto il titolo dell'album, dalla lunghezza-record: "E in quel momento entrando in un teatro vuoto un pomeriggio vestito di bianco mi tolgo la giacca, accendo le luci e sul palco mi invento Gianni Togni".


Il piu' grande successo di Togni…o quasi

Il 21 giugno 1980 il 45 giri entrò in hit-parade, al n.10, in una classifica in cui 'L'ape Maia' di Katia Svizzero metteva in riga brani storici come 'Il tempo se ne va' di Celentano, 'Video killed the radio star' dei Buggles, 'Another brick in the wall' dei Pink Floyd, 'Una giornata uggiosa' di Battisti. Il 9 agosto 'Luna' riuscì, dopo un prolungato duello con 'Non so che darei' di Alan Sorrenti, a salire al n.1. Lì rimase per tutta l'estate: soltanto il 20 settembre 'Olympic games' di Miguel Bosè riuscì a spodestarla. Il brano di Togni rimase comunque nelle primissime posizioni ancora per molte settimane, e abbandonò la top ten solo l'8 novembre.
Stando all''Almanacco della musica rock' (Edizioni Panini), 'Luna' fu il quinto singolo più venduto del 1980. Eppure, il singolo che Togni pubblicò l'anno successivo, 'Semplice', riuscì a fare di meglio, risultando il quarto singolo più venduto del 1981. Nonostante questo, a vent'anni di distanza il nome di Gianni Togni viene immediatamente associato a 'Luna', e solo raramente qualcuno ricorda anche 'Semplice': una riprova del fatto che le canzoni spesso hanno una vita propria, e nel tempo acquistano o perdono forza. Peraltro, il successo di 'Luna' fu quasi schiacciante per le successive produzioni di Togni, anche quelle meglio recepite dal pubblico ('Giulia', 'Per voi innamorati', 'Nannarè'), tanto che in un'intervista al "Corriere della Sera" il cantante ha confessato: "C'è stato un momento in cui mi sono sentito deluso e incompreso. E' stato nel 1989 all'indomani dell'album 'Bersaglio mobile' che io consideravo un capolavoro e la gente non capì". Questo lo ha portato a cercare nuove strade per la sua musica, una in particolare: la commedia musicale. Sempre insieme a Guido Morra Togni ha infatti scritto 'Hollywood', diretto da Giuseppe Patroni Griffi ed interpretato da Massimo Ranieri.


Autori e interpreti

Autore: Guido Morra, paroliere, ha firmato diversi successi della canzone italiana: tra queste, 'Storie di tutti i giorni' e 'Malinconia' per Riccardo Fogli, 'Bravi ragazzi' per Miguel Bosè, 'Acquarello' per Toquinho, 'I migliori anni della nostra vita' per Renato Zero, 'Brividi' per Rossana Casale e, recentemente, 'Per sempre', portata da Lisa al terzo posto a Sanremo 1998.

Autore e interprete:nato nel 1956, Gianni Togni incide appena 19enne un album intitolato "In una simile circostanza". Nel 1980 con il secondo tentativo arriva il grande successo di 'Luna', canzone regina dell'estate. Negli anni successivi Togni si ripete con 'Semplice' e colleziona alcuni discreti successi, ma gradualmente perde contatto con le parti alte della classifica. Nel 1988 incide l'ambizioso "Bersaglio mobile", cui partecipano Manu Katché, Pino Palladino e Mel Collins. La parziale delusione lo allontana dal mercato discografico a favore del mondo del musical - sempre in tandem con Guido Morra, coautore di 'Luna'. Solo nel 1997 è tornato a pubblicare un album, 'Ho bisogno di parlare'.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin