Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Venezia, la luna... e tu: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



Venezia, la luna... e tu

1939, A.Derevitsky - L.Martelli, Ed. Suvini Zerboni


Morbida melodia adattabile al ritmo del tango, fu composta da Alexandre Derevitsky, autore di musiche da film attivo in Francia e in Italia (scrisse tra l'altro molte colonne sonore per i film di Totò).

Il testo, stranamente, era di Luciano Luigi Martelli, paroliere noto soprattutto per canzoni in dialetto romanesco: 'Com'è bello fa' l'amore quanno è sera', 'Vecchia Roma', 'Popolanella'.

Alla fine del 1936 Derevitsky fu incaricato di scrivere la colonna sonora per un film francese ambientato a Venezia ('A Venise une nuit'), interpretato dall'attrice romena Elvire Popesco e diretto da Christian-Jaque (futuro regista de "La certosa di Parma" e "Fanfan la Tulipe").

Dato che anche il cast era praticamente privo di italiani - anche a causa dei non facili rapporti tra Francia e Italia - si decise di affidare almeno il testo della canzone portante a un italiano: la scelta cadde sull'assai poco veneziano Martelli, che quell'anno aveva composto 'Serenata sincera' e 'Un posticino ar sole' (brano che celebrava le avventure imperialiste di Mussolini). Tutto sommato, Martelli se la cavò bene, lavorando sapientemente sul tema della nostalgia, sempre efficace quando si scrivono canzoni dedicate a una città.

Come ha spiegato recentemente in una sua trasmissione Paolo Limiti, "Le canzoni dedicate alle città sono in genere composte da persone nate nella città stessa, ma Venezia rappresenta un'eccezione: chi ha scritto canzoni su Venezia è quasi sempre un forestiero. Nel caso di 'Venezia, la luna... e tu', gli autori erano Derevitski, di origine polacca, e Martelli, romano; e per di più, il brano venne presentato in un film francese… Questo tipo di canzone 'cartolina' comunque era molto in voga tra la fine degli anni '20 e gli anni '50: andavano di pari passo col cambiamento della società, e da una parte davano voce al malcontento per il fatto che anche dal punto di vista urbanistico le città stavano mutando profondamente. Ma dall'altra c'era un certo entusiasmo per la modernità. In mezzo, quindi, ben si collocava la nostalgia, ovvero il sentimento che poteva ammorbidire le posizioni tra il desiderio di rinnovamento e il ricordo di ciò che si era conosciuto durante l'infanzia".

Vent'anni dopo "A Venise une nuit", il cinema italiano rilanciò la canzone di Martelli e Derevitski con un film che ne prendeva a prestito anche il titolo. Curiosamente, anche in questo caso non c'erano veneziani coinvolti: girato da Dino Risi nel 1958, "Venezia, la luna... e tu" vedeva come protagonisti Marisa Allasio (torinese) e i romanissimi Nino Manfredi e Alberto Sordi - quest'ultimo nei panni assai improbabili di gondoliere.


Gli interpreti

Portata al successo radiofonico da Aldo Donà, la canzone fu poi interpretata da molti altri cantanti italiani, tra i quali:
Carlo Buti
Giorgio Consolini
Gino Latilla
Roberto Negri,
Narciso Parigi
Luciano Tajoli
Claudio Villa.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin