Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Reginella campagnola: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



Reginella campagnola

1938, E.Di Lazzaro C.Bruno, Ed. Melodi/Di Lazzaro


Oltre al sempiterno amore, i temi prevalenti nella canzone italiana degli anni ’30 sono la guerra (si pensi al filone coloniale di “Faccetta nera” e “Carovane del Tigrai”) e la campagna.

A incoraggiare gli autori verso tali argomenti è il Ministero della Cultura Popolare, il famoso “Minculpop”: è noto il sentimento di favore che il Duce prova nei confronti del mondo agricolo, cui fa da contraltare l’avversione per l'inurbamento, fonte di corruzione morale (e di crescita culturale, potenzialmente pericolosa per il regime).

Il clima favorisce quindi la nascita di brani che esaltano le virtù delle singole regioni d’Italia, o che consigliano apertamente: “Se vuoi goder la vita, torna al tuo paesello / che è assai più bello della città". Sono parole di “Se vuoi goder la vita”, scritta nel 1940 da Bixio e Cherubini, e portata al successo dalla voce tenorile di Carlo Buti.

Proprio il toscano Buti fu interprete del più grande successo ascrivibile al filone “strapaesano”: una ballabilissima polka creata da C. Bruno ed Eldo Di Lazzaro.
Quest’ultimo, in particolare, aveva messo in musica le virtù della “Romanina” e di “Rosabella del Molise”. In “Reginella campagnola” il molisano Di Lazzaro adottò come eroina una contadina dell’“Abruzzo d’or”: la pastorella di Di Lazzaro, che scendeva in città con l’asinello ma poi tornava dalle amiche al paesello, era solita cantare con voce armoniosa:
“Se vuoi vivere felice, vieni a vivere quassù”.
Il brano sembra scritto appositamente per il gaio suono della fisarmonica, e non a caso è diventato un classico dei balli contadini. Forse inconsapevoli della sua origine, alcune tifoserie calcistiche ne hanno adottato l’aria per intonare ritornelli dedicati al campione o all’avversario di turno.


Reginella ...di città

Molto spesso le canzoni nascono dai contrasti: l’esempio più eclatante è “O’ sole mio”, inno a Napoli e al sole, che fu composta in Ucraina, al freddo. Allo stesso modo, questa apologia della campagna abruzzese nacque in città - anzi, in quella che era già, per lo standard degli anni ’30, una metropoli: Milano.
Il brano fu scritto in una nebbiosa sera dell'autunno del '38 a Porta Venezia. Stando alla “Storia della canzone italiana” di Gianni Borgna, edita da Mondadori, il titolo originale del brano era “Fior della Maiella” (dal nome della catena montuosa abruzzese), e come tale venne eseguito per la prima volta in una sala da ballo meneghina.
Secondo Borgna, Di Lazzaro in seguito “propose di mutarne la dicitura. Notare che l’Abruzzo tutto d’or di cui il brano parlava era in realtà, all’epoca, un insieme di montagne e pietraie montagnose dove i pastori facevano la vita dei loro greggi”


Il picchio di Glenn Miller

Pochi lo sanno, ma "Reginella campagnola" è stato uno dei brani italiani a riscuotere maggiore successo negli Stati Uniti. Il paroliere Harold Adamson adattò alla musica di Di Lazzaro e Bruni un proprio testo in inglese. Anche Adamson ritenne opportuno unire a tale scanzonata polka delle rime di ispirazione campestre. Nella sua versione, tuttavia, protagonista non è una contadina abruzzese, ma un allegro picchio intento a bucare ritmicamente il tronco di un albero.
Fu così che nel 1940, col nome "Woodpecker song", "Reginella campagnola" fu per qualche settimana il disco più venduto in America, grazie a un'incisione del grande Glenn Miller. Il pezzo piacque così tanto che fu interpretato anche dalle celebri Andrews Sisters e dal funambolico batterista Gene Krupa.

Ecco il testo di "Woodpecker song":

He's up each morning bright and early
To wake up all the neighborhood
To bring to ev'ry boy and girlie
His happy serenade on wood.

Hear him pickin' out a melody
Peck, peck, peckin' at the same old tree.
He's as happy as a bumble bee
All day long.

To serenade your lady
Just find a tree that's shady
And when you hear that tick-a-tick-tick, tick-a-tick-tick
Sing right along.

Come on and try his rhythm
And let your hearts beat with 'im
Just listen to that tick-a-tick-tick, tick-a-tick-tick
Happy little Woodpecker Song.


Interpreti

Carlo Buti
Cantante e autore fiorentino di successo nel ventennio fascista, Carlo Buti fu uno dei protagonisti del Festival della Canzone napoletana del 1931 al Casinò di Sanremo. Lo ricordiamo anche come attore, nei panni di un giovane tenore nella commedia del 1939 di Guido Brignone Per uomini soli. Tra i suoi successi: Chitarra Romana, Faccetta Nera, La piccinina e Primo amore.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin