Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Amore baciami: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



"Carlo Alberto Rossi, se fosse nato negli Stati Uniti anziché a Rimini, avrebbe avuto il successo di Cole Porter. Ha sprovincializzato la nostra 'canzonetta', conferendole una dignità musicale che ha rari riscontri nel mondo" (Sergio Zavoli)


Amore baciami

1947, C.A.Rossi - G.Testoni, Ed. Melodi


"Inizialmente, non credevo alle canzonette", ammette Carlo Alberto Rossi, autore di questo grande 'standard' degli anni '40. "Anche quando scrivevo qualche brano, non me ne sentivo fino in fondo l'autore. A Milano mi chiamavano 'lo studente', perché ero iscritto a Medicina. Poi, in Galleria del Corso conobbi Ladislao Sugar, editore che ricordo come una grande persona, leale. A lui affidai le mie prime canzoni, una ventina; poi divenni editore io stesso. Il panorama canoro del tempo offriva brani quali 'Campanaro della Val Padana'…. Io cercai una strada alternativa, scrivendo canzoni che si rifacessero a commedie americane. E tra queste c'era 'Amore baciami'... Era un valzer lento, nato un po' per caso. Lo avevo portato a Mascheroni, il quale lo ascoltò e disse: 'Non mi far perdere tempo e soldi in valzer lenti, che non li vuole nessuno. Adesso vanno gli slow, e tu li scrivi bene'. Al che risposi: 'Se i valzer lenti non vanno, è perché non c'è quello giusto'".
Evidentemente, 'Amore baciami' era "giusta": nei primi sei mesi del 1947, fruttò a Rossi 1 milione e 400 mila lire in diritti d'autore. "Sarebbero 600 milioni di lire del 2001... Tuttora 'Amore baciami' mi rende quasi 100 milioni all'anno", racconta. "Certo, il rovescio della medaglia non mancò: quel successo mi portò ad abbandonare gli studi di Medicina".
Fatta la musica, Gian Carlo Testoni ne scrisse il testo. "Per quanto mi riguarda", afferma Rossi, "la musica precede sempre le parole. Diversamente, ogni nota ne sarebbe condizionata. Quasi tutte le mie canzoni sono nate al pianoforte, e poi altri hanno trovato le parole adatte".
Completato il brano, bisognava individuare chi potesse suonarlo e cantarlo. "Subito pensai a Pippo Barzizza, uno dei migliori musicisti che allora lavoravano alla Rai. Ebbe una grande idea: usare cinque sassofoni, invece di tre, per creare un 'impasto'. Ed ebbe l'altra grande idea di farla cantare a Lidia Martorana. Quella registrazione circola ancora oggi". La Martorana, che presentò il brano al Carnevale del Mare di Rimini con l'orchestra di Barzizza, si rivelò l'ideale, con la sua voce sensuale, per un testo e un ritmo così languido - con la sua versione si sono poi confrontate altre 'primedonne' come Mina, Jula De Palma e Ornella Vanoni. Il brano conobbe un buon successo anche oltreoceano, dove venne inclusa nella colonna sonora del film 'The main attraction', affidata a Pat Boone, che lasciò il refrain in lingua originale. "Si dovette arrendere all'evidenza, che è questa: quando una canzone in lingua inglese si rivela un successo, hai due miliardi di persone che ti ascoltano e ti cantano senza problema. Se invece nasce in italiano, e vuoi cambiarne il testo in inglese per raggiungere pubblico in ogni angolo del mondo, la cosa diventa complicata: quasi sempre, una bella canzone italiana perde di fascino se non ti inventi un'adeguata forma in inglese. E Pat capì di dover cantare nella nostra lingua".


Interpreti

Lidia Martorana

Secondo la "Storia della Canzone Italiana" di Gianni Borgna (Mondadori), "Lidia Martorana aveva una voce modernissima, calda e sensuale, ed eccelleva tanto nelle canzoni d'amore quanto nell'esecuzione di canzoncine allegre e disimpegnate: si pensi, nel primo caso, ad 'Addormentarmi così' ('tra le tue braccia, mentre tu mi baci, mi baci sempre più'); nel secondo, alla malia erotica che riuscì ad immettere nell'interpretazione di un brano tra i più insignificanti di Gorni Kramer e Tata Giacobetti, 'Che mele' del 1949: 'Che mele, che mele vi voglio mostrar…'".

Nata a Torino il 1 dicembre 1928, Lidia Martorana a 7 anni fu scelta come "voce bianca" per accompagnare Beniamino Gigli a Torino. Durante la guerra, fece parte con Claudia Dell'Aglio e Pina Garduzio del Trio Aurora, rivale del Trio Lescano - rivalità che raggiunse toni piuttosto aspri: le tre sorelle olandesi affermarono che dietro alla loro interdizione dalla radio per motivi razziali e al successivo arresto c'erano "pressioni" delle tre coriste italiane. Nel 1946 il Trio Aurora si sciolse e Lidia incise "Il mio nome è donna" col nome Lidia Aurora. Nel 1947 si riappropriò del suo vero nome per partecipare al Concorso Voci Nuove della Canzone Italiana: giunse seconda su 5.200 candidati. Al primo posto, il suo futuro marito, Elio Lotti.


Altri interpreti
Mina Mazzini
Jula de Palma
Ornella Vanoni


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin