Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Acquarello: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



"Realmente eu considero meu maior sucesso porque em todos os países que 'Aquarela' foi lançada ganhou no mínimo disco de ouro".
(Toquinho. Traduzione: "Quello che considero il mio vero, grande successo è "Acquarello": in ogni paese dove è stata lanciata ha ottenuto come minimo il disco d'oro")


Acquarello

1983, Toquinho, M.Fabrizio,V. de Moraes, G.Morra, Ed. Sugarmusic/Luci Di Scena


Nel 1982 il 36enne Antonio Pecci Filho, detto Toquinho, era piuttosto noto in Brasile, grazie ai 16 album incisi con Vinicius de Moraes, e conosceva piuttosto bene l'Italia, dove aveva inciso alcuni dischi collaborando in particolare con Ornella Vanoni ("La voglia, la pazzia, l'innocenza, l'allegria"). L'Italia tuttavia non conosceva lui - esclusi, s'intende, i fans della Vanoni. Gianni Daldello, dirigente e responsabile della produzione artistica della CGD, presentò Franco Fontana, organizzatore di spettacoli di artisti brasiliani in Italia e di artisti italiani in Brasile e allora titolare dell'etichetta Maracanà, alla Sugar. Inoltre propose a Maurizio Fabrizio, autore della musica di due canzoni vincitrici a Sanremo ("Storie di tutti i giorni" e "Sarà quel che sarà") di collaborare con il chitarrista di San Paolo del Brasile. "Toquinho gli pareva avere le carte in regola per diventare il primo brasiliano di successo in Italia", racconta Fabrizio. "Era giovane, piacente, parlava bene l'italiano ed era bravissimo". Il momento, poi, pareva favorevole: l'Italia viveva una sorta di infatuazione per tutto ciò che era brasiliano (dal calciatore Falcao alle ballerine Oba-Oba). Fu così che Fabrizio, con la benedizione di Daldello, prese l'aereo e andò a San Paolo.

"Toquinho, che non avevo mai visto prima, venne a prendermi all'aeroporto. Dopo aver mangiato e chiacchierato, ci mettemmo a suonare. 'Acquarello' fu in assoluto la prima idea musicale a vedere la luce. Io gli proposi uno spunto, lui mi disse: 'Ho un'idea che si può aggiungere' - si trattava della prima strofa. Le due parti, la mia e la sua, si fondevano incredibilmente bene, era come se si aspettassero da tanto tempo per stare insieme. Tanto che non abbiamo più avuto bisogno di lavorarci: a quel punto bastò aggiungere il testo meraviglioso di Guido Morra, e la canzone era nata".

In seguito, la canzone fu oggetto di una controversia legale sollevata dalla moglie di Vinicius de Moraes, lo scomparso poeta che aveva a lungo collaborato con Toquinho. Fabrizio, sorridendo, afferma: "Toquinho si comportò in modo un po' vago, un po' come è nella natura dei brasiliani - lo dico in modo affettuoso, dopo tutto sto parlando di uno dei miei amici più cari. Ma a quanto pare la strofa da lui proposta era una cosa che anni prima aveva fatto con Vinicius. Non sono sicuro, ora, del fatto che lui me ne avesse accennato - di certo non ha insistito sul particolare, quindi io non ci feci più caso. Ma dopo la prima edizione, abbiamo attribuito la paternità della canzone anche a Vinicius".

Il titolo originale del brano che poi ha dato vita alla versione a noi nota di "Acquarello" era "Uma rosa en minha maõ", canzone scritta dallo stesso Toquinho e da Vinicius de Moraes, il testo rispecchiava già quello poi reso da Morra in italiano. Mancava l'inciso: scritto ed aggiunto da Maurizio Fabrizio per la parte musicale ed il testo, in originale, creato ex novo dallo stesso Morra.

Durante il festival di Sanremo del 1983 l'artista brasiliano si presentò come ospite, e propose questo pezzo dolce e fantasioso - ma con finale piuttosto amaro ("Siamo solo un acquarello che scolorirà"). Nel giro di poche settimane sia il 45 giri che l'album, che includeva altri brani composti con Maurizio Fabrizio, salirono ai primi posti della hit-parade italiana. Il 33 giri finì per essere uno dei più venduti di quell'anno (n.19 nella classifica annuale dello specializzato "Musica e dischi").

La canzone, con il titolo "Aquarela", ottenne un notevole successo anche in Sudamerica. Fabrizio, che in seguito ha realizzato altri tre album con il chitarrista di San Paolo, ricorda: "A Toquinho quella canzone ha davvero cambiato l'esistenza. Ricordo 30.000 persone cantarla nello stadio di San Paolo - un'esperienza, non posso negarlo, molto bella e gratificante anche per me come autore. So persino di negozi brasiliani che hanno cambiato il loro nome in 'Aquarela', in omaggio al brano".


Interprete

Antonio Pecci Filho, in arte Toquinho, nasce nel 1946 a San Paolo, in Brasile.
Nel 1963 compone "La Chela" che Chico Buarque includenel suo secondo Lp.
Nel 1964 entra a far parte della banda di Baden Powell. Ma è solo nel 1969 che il cantautore brasilianostringe il sodalizio con Vinicius De Moraes dal quale nascono ben 16 album.
Nel 1976 collabora con Ornella Vanoni all'Lp "La voglia, la pazzia, l'incoscienza e l'allegria", mentre negli anni '80 lavora assieme ad altri artisti italiani quali Sergio Bardotti, Fabio Cocato e Lucio Dalla aumentano la sua fama in Italia.
Nel 1983 si presenta, come ospite, al festival di Sanremo proprio con la canzone "Acquarello".


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin