Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Uno tranquillo: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



Uno tranquillo

1967, D.Pace,M.Panzeri,L.Pilat, Ed. Tiber


Nel 1967, dopo un periodo da cantante di orchestra (quella di Riccardo Rauchi) e uno da cantante romantico (collabora con Paoli ed Endrigo, si esibisce insieme a Luigi Tenco alla Bussola) Riccardo Del Turco comincia a cambiare genere. A inaugurare il nuovo filone più orecchiabile è il 45 giri "Figlio unico", cui fa seguito "Uno tranquillo", scritta dall'inossidabile trio Pace-Panzeri-Pilat.

"Uno tranquillo" è un brano che sembra descrivere la personalità del suo cantante, restìo a lasciare la sua Firenze per le città dove ha sede l'industria musicale, Milano e Roma. "Ho la mia casetta in collina, una moglie che adoro, due figli splendidi. Che devo pretendere di più? Dovrei forse rinchiudermi fra le mura dei grattacieli di Milano, correndo come un pazzo da una casa discografica all'altra?", dichiarò all'epoca Del Turco - che ancor oggi abita nella stessa casa di Fiesole. E non ha cambiato carattere: "Io per natura sono sempre stato schivo, ho sempre cercato di evitare di mettermi in mostra. Anche quando cantavo cercavo di farmi vedere il meno possibile, forse anche per una inconscia paura del pubblico. Il fatto è che quando ho cominciato, cantare al night le canzoni di Cole Porter con le luci soffuse comportava un esibizionismo relativo... Non ho mai sgomitato per fare carriera, molto del mio percorso è dovuto ad incontri fortuiti, come quando incontrai il discografico Nanni Ricordi, a Cortina d'Ampezzo. Non mi sono mai fatto coinvolgere troppo dal successo, ero davvero 'Uno tranquillo', lontano dallo stress".

Dopo il boom di "Luglio" (1968), negli anni '70 Del Turco scomparve progressivamente dalle classifiche e dalle scene - salvo un ritorno nei primi anni '80, con due partecipazioni a Sanremo. Con la tranquillità che lo contraddistingue, si cimentò con la carriera di produttore (sua ultima scoperta, il giovane Boris, presentato a Sanremo'98), ma soprattutto quella di proprietario del popolarissimo "Caffè", lussuoso locale davanti a Palazzo Pitti. Esperienza conclusa, perché "ora sono praticamente in pensione. A 60 anni bisogna scegliere la qualità della vita, ed io mi voglio godere il mare". Può permetterselo anche grazie ai diritti d'autore delle sue canzoni, diffusissime anche all'estero. A spianargli la strada fu proprio "Uno tranquillo": in Italia non ebbe un impatto particolare - ma all'estero spopolò. La incise il gruppo inglese dei Tremeloes, che col nome "Suddenly you love me" la portò al n.6 delle charts britanniche. Ancora meglio fece Joe Dassin, che di "Suffler sur la colline" vendette un milione di copie in Francia. Più che soddisfatti, sia il complesso che il cantante rimasero fedeli a Del Turco, e negli anni successivi interpretarono altre sue canzoni - anche quelle scritte da lui in prima persona, come "Luglio" e "Cosa hai messo nel caffè".

Tornando alla versione italiana di "Uno tranquillo", da segnalare la presenza alla chitarra di Enrico Ciacci, uno dei più richiesti sessionmen dell'epoca (fratello di Antonio Ciacci, alias Little Tony) e quella dei Rebel Rousers, amici fiorentini di Del Turco che costituivano il gruppo vocale "in appoggio" al cantante - piccolo marchio di fabbrica dell'autore di "Luglio".


Interpreti

Riccardo Del Turco
Nasce a Firenze nel 1941, ha sempre vissuto a Fiesole lontano dal caos del mondo dello spettacolo. Cantautore, inizia la carriera nel 1961, nei locali della periferia di Firenze. Nel 1963 ottiene una scrittura alla Bussola di Viareggio insieme a Luigi Tenco. Con la canzone Luglio vince nel 1968 il Disco per l'estate.
Maggiori successi:
Mi hanno detto che (1963)
Uno tranquillo (1967)
Luglio (1968)
Cosa hai messo nel caffè (1969)

Altri intertpreti:

Tremeloes, con la versione "Suddenly you love me"
Joe Dassin, con la versione "Suffler sur la colline"


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin