Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Una rosa blu: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



"Anche oggi che sono arrivato al mio ottavo Festival, sono convinto che ci sarà qualcuno che si stupirà di ritrovarmi fra i 'Big'. Se hai un carattere schivo, e affronti quel palcoscenico in punta di piedi, l'etichetta di esordiente non te la toglie nessuno" (Michele Zarrillo)


Una rosa blu

1982, A. Cassella-M. Zarrillo-T. Savio Ed. Melodi/Emi songs


Dopo aver fatto parte giovanissimo di gruppi rock come Semiramis e Rovescio della Medaglia, nel 1981 il ventitreenne Michele Zarrillo si presentò per la prima volta al Festival di Sanremo con 'Su quel pianeta libero', passata pressoché inosservata.

Nel 1982 tornò alla carica con un nuovo brano, da lui scritto con la collaborazione di Savio e Cassella per gli arrangiamenti. Anche stavolta non riuscì a 'sfondare: "Quando presentai 'Una rosa blu' neanche mamma si accorse del mio passaggio", ha ricordato il cantautore romano in un'intervista al quotidiano "Il Giorno". "Fui eliminato la prima sera senza troppi complimenti, e il can can giudiziario alimentato da Claudio Villa attorno alle giurie del 'patron' Gianni Ravera arrivò ad allungare ombre pesanti su quella edizione".

Il "Reuccio", infatti, essendo stato a sua volta eliminato, scatenò una polemica gigantesca con tanto di ricorso al pretore, che si concluse con un compromesso con Ravera: uno degli eliminati, estratto a sorte, avrebbe riproposto la sua canzone (fuori concorso) durante la serata finale. L'urna favorì proprio Zarrilo, declinò l'offerta in segno di solidarietà con gli altri eliminati. Il Festival si concluse con la vittoria di Riccardo Fogli ('Storie di tutti i giorni'), e lanciò almeno un paio di brani: 'Felicità' di Albano & Romina, e 'Vado al massimo' di Vasco Rossi.

"Col tempo, 'Una rosa blu' ha ottenuto l'attenzione che meritava: è diventata un cavallo di battaglia dei miei concerti, e si è trasformata in un marchio di successo anche per acque minerali e cioccolatini… Ma dopo quel Festival mi ci sono voluti cinque anni, e la vittoria fra le 'Nuove proposte' del 1987 con 'La notte dei pensieri', per scacciare la delusione".

Nel 1998, il "risarcimento" viene completato dalla riedizione di 'Una rosa blu' come singolo: il testo del brano, che allude al tatuaggio della inquietante "bionda snob che ricorda Londra" sembra più in sintonia col linguaggio dei ragazzi del '98, tra i quali i tatuaggi sono decisamente molto più popolari rispetto alle generazioni precedenti. Anche per questo motivo, 'Una rosa blu' guadagna i primi posti in hit-parade e viene portata da Zarrillo al Festivalbar per suggellare il clamoroso successo della raccolta 'L'amore vuole amore' (61 settimane in classifica, e 5 dischi di platino).


Autori e interpreti

Gaetano Savio - autore - (detto "Totò"), è direttore d'orchestra, autore e compositore. Tra i suoi maggiori successi, "Lady Barbara" di Renato dei Profeti, diversi brani dei Camaleonti, la maggior parte dei pezzi di Loretta Goggi (da "Maledetta primavera" a "Cicciottella") e Massimo Ranieri ("Vent'anni", "Erba di casa mia"). Savio vanta anche un clamoroso successo di vendite con il gruppo goliardico Squallor, messo in piedi con tre amici: il discografico Alfredo Cerruti, il cantante ed autore Daniele Pace, il paroliere Giancarlo Bigazzi.

Paolo Amerigo Cassella- autore- ha raggiunto i primi successi come paroliere con Riccardo Cocciante - firmando 'Bella senz'anima', 'Poesia' e 'Quando finisce un amore' - per poi cominciare a lavorare in coppia con Totò Savio, col quale ha scritto tra l'altro 'Maledetta primavera', cantata da Loretta Goggi.

Michele Zarrillo- autore e interprete-, nato a Roma nel 1957, a metà degli anni '70 è il chitarrista dei Semiramis e poi del gruppo "progressive-rock" Rovescio della medaglia. Negli anni '80, accanto alle prime, poco fortunate prove come cantante solista (ad esempio con 'Una rosa blu', che sarebbe entrata in classifica 16 anni dopo essere stata proposta a Sanremo '82), diventa autore per altri cantanti (tra i quali Ornella Vanoni e Renato Zero). Nel 1987 la prima affermazione con 'La notte dei pensieri', vincitrice della sezione Nuove Proposte a Sanremo. Dopo un parziale ritorno nell'anonimato, negli anni '90 inaugura un sodalizio col paroliere Vincenzo Incenzo, col quale scrive brani che, piuttosto in sordina, gli guadagnano un crescente numero di estimatori. La consacrazione avviene nel 1998, quando la sua raccolta 'L'amore vuole amore' diventa uno dei dischi più venduti dell'anno (più di un anno di permanenza in hit-parade)


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin