Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Non sono una signora: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



"Gli uomini mi hanno fregato un sacco di volte" (Loredana Bertè, 1981)


Non sono una signora

1982, I.Fossati, Ed. Fonit C.Mus.Publ/Sugarmusic


Nel dicembre 1983 il settimanale "TV Sorrisi e Canzoni" ospitava un articolo nel quale Loredana Berté scriveva di suo pugno: "E' l'estate del 1982, sono su un jumbo dell'Alitalia, volo Milano-New York. Sto andando ad incidere 'Non sono una signora' senza sapere che il destino è lì in agguato, qualche poltrona più avanti. Proprio in quel momento, proprio su quell'aereo, viaggia il mio futuro marito".

Si trattava del poco più che ventenne Roberto Berger, erede di una cospicua fortuna industriale e più giovane della cantante di dieci anni. Inevitabile commentare che tra i due progetti che stavano prendendo forma su quell'aereo, il matrimonio e la canzone, ha vinto quest'ultima. Ben presto infatti le nozze tra la cantante e il 23enne Berger si rivelarono un disastro. Alla cerimonia, tenutasi il 30 dicembre 1983 alle Isole Vergini, seguì un rapido deterioramento dei rapporti tra la famiglia del giovanissimo sposo e la nuora. Ma qualche mese dopo la rottura definitiva, i giornali rosa pubblicarono la sensazionale notizia: al fianco della star di Bagnara Calabra c'era un uomo nuovo, il tennista più famoso di sempre, lo svedese Bjorn Borg. I due, dopo una convivenza burrascosa, vennero uniti in matrimonio nel 1989 dal sindaco di Milano Paolo Pillitteri. Come è noto, anche questo legame andò in pezzi, finendo per rafforzare il legame tra Loredana Berté e le parole della canzone.
E dire che 'Non sono una signora', pur col suo tono irriducibile, pareva aver riconciliato la cantante con il mondo: 31enne, una carriera in piena ascesa, la Berté si toglieva la soddisfazione di vincere il Festivalbar davanti all'acerrima rivale Donatella Rettore, dichiarando a 'Sorrisi e Canzoni': "E' un momento felice. Da bambina sognavo di diventare una regina… Ho avuto le mie vittorie. E come tutti, i miei guai. Li ho cantati, e la gente ha capito che in certe emozioni c'era qualcosa di più forte della comune rabbia che può avere qualcun altro. E forse non sono una signora, ma la regina di un'estate sì". Per la premiazione, salì sul palco dell'Arena di Verona vestita da sposa - malauguratamente, proprio sul finale della canzone, inciampò nel lunghissimo strascico, facendo un solenne tonfo… Recuperato il microfono, ebbe la prontezza di sorridere: "Non sono una signora, questo vestito non lo so portare".

Sicuramente, tra le tante canzoni scritte da Ivano Fossati per le dive della canzone italiana (Mina, Ornella Vanoni, Mia Martini, Anna Oxa, Patty Pravo, Fiorella Mannoia), nessuna si adatta alla sua interprete quanto 'Non sono una signora'. Nel 1982, quando riallacciò i contatti con Loredana Berté a qualche anno da 'Dedicato', Ivano Fossati non era il cantautore schivo che oggi conosciamo, ma uno dei nomi più "caldi" dell'industria discografica, in grado di scalare le classifiche sia da solo ('La mia banda suona il rock', 1979) che come autore e produttore ('Un'emozione da poco', 'Pensiero stupendo', 'E non finisce mica il cielo'). E se oggi la sua immagine evoca la sua Genova e le 'notti in Italia', in quel periodo era quasi più americano che italiano. Si affidava quasi solo a musicisti stranieri, e viveva pressoché in pianta stabile negli Stati Uniti. In 'Carte da decifrare', autobiografia scritta a quattro mani con Pietro Cheli, accenna con nonchalance a come in quel periodo, a New York "Io, Loredana, Renato Zero, Walter Chiari e Chet Baker ci trovavamo ogni sera con i Platinum Hook, trascinante gruppo di neri newyorchesi che suonava nei dischi di Loredana".
Dopo il successo di 'Non sono una signora' e dell'LP che la contiene, 'Traslocando', il sodalizio Berté-Fossati si rinnova nel 1983 grazie all'album 'Jazz' - ma il cantautore è sempre meno entusiasta di lavorare per altri, e decide di rinunciare a tale aspetto della propria carriera. Di fatto, nella sua biografia sembra quasi prendere le distanze da quanto scritto per altri artisti. Viceversa la Berté, anche in seguito alle vicissitudini sopracitate, finisce per identificarsi sempre di più con tale canzone, che pare riaffacciarsi in alcune grintose, insoddisfatte composizioni da lei scritte e cantate ('Io sì, io', 'Stiamo come stiamo', 'Amici non ne ho'). E ancor oggi, quando si tratta di esprimere la sua filosofia di vita, le capita di affermare "Come sto? Bene. Anche se la guerra non è mai finita" oppure: "Forse dovrei stare sempre tranquilla, educatina, fare la riverenza, ma io non ci sto. Qualunque aria tiri, comunque si mettano le cose, io non sono una signora" (da interviste al Corriere della Sera e al Messaggero).


Autore

Ivano Fossati: nato il 21 settembre 1951 a Genova, inizia ad avvicinarsi alla musica all'età di otto anni con lo studio del pianoforte. Nel 1971 con i Delirium incide il primo album "Dolce acqua" e nel 1972 ha il suo primo grande successo con "Jesahel". Ha scritto canzoni per moltissimi interpreti italiani tra i quali Mina, Patty Pravo, Fiorella Mannoia, Gianni Morandi, Ornella Vanoni, Anna Oxa, Mia Martini, Loredana Berté e moltissimi altri.


Interprete

Loredana Bertè: nata il 20 settembre 1950 a Bagnara Calabra (RC) si trasferisce a Roma alla fine degli anni 60 dove frequenta il Piper. Lì conosce Renato Zero, insieme al quale entra nel corpo di ballo di Gino Landi e Don Lurio, partecipando a trasmissioni come Partitissima e Canzonissima. Nel 1974 esce il suo primo singolo: Streaking. Sei bellissima è invece il brano che la fa conoscere al grande pubblico. Il consolidamento del successo arriva nel 1982, anno in cui vince il Festivalbar con Non sono una signora. Tra i suoi maggiori successi Mare d'inverno, Acqua, Dedicato, In alto mare. Loredana Bertè conta ben 6 partecipazioni a Sanremo:nel 1986 con Re, nel 1988 con Io, si io, nel 1991 con In questa città, nel 1994 con Amici non ne ho nel 1995 con Angeli & angeli e infine nel 1997 con Luna.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin