Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Mamma dammi i soldi: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



Mamma dammi i soldi

1988, F.Baccini, Ed.Insieme/Sugar


Il brano comparve per la prima volta come sigla finale del Festival di Sanremo nel 1988: in essa veniva attribuito misteriosamente a Espressione Musica. In realtà si trattava di Francesco Baccini, al suo debutto.

Quello che segue è il tragicomico racconto, da parte del cantautore genovese, di come questo avvenne… "Il nome Espressione Musica era quello di un concorso indetto dalla CGD nel 1987, una specie di Festival di Castrocaro che avrebbe laureato 4 vincitori - ci presentammo in 1.800, una roba paurosa, sembrava un concorso delle Poste! I vincitori furono: i Costabravo, Gianna Cerchier, Paul Rosette e il sottoscritto. La casa discografica era entusiasta di Paul Rosette, un ragazzo di origine straniera. Erano convinti che fosse il nuovo Eros Ramazzotti, bastava iscriverlo a Sanremo e il resto sarebbe venuto da sé: chiamarono Mogol per il testo, un arrangiatore da Londra… Per partecipare alla sezione Giovani bisognava passare una selezione allo Smeraldo di Milano, ma per il mitico Rosette sarebbe stato un pro- forma. Io intanto giravo attorno alla CGD, continuavo ad aspettare che mi dicessero cosa fare come vincitore di Espressione Musica. Non avendo una lira, andavo a mangiare tutti i giorni alla mensa della casa discografica - lì pensavano che fossi un fattorino, d'altra parte nessuno mi aveva mai visto cantare. Ad un certo punto, mi arriva una convocazione da parte di Caterina (Caselli), che non mi aveva mai chiamato prima. Salgo nel suo ufficio tipo Fantozzi quando sale fino ai piani alti… E vedo certe facce cupe. Chiedo: ragazzi, ma Paul Rosette? Nessuno ne sapeva più niente. Lì, ho cominciato a capire che allo Smeraldo Paul Rosette era stato segato."

"Entro nell'ufficio di Caterina, che mi accoglie e mi dice: 'Caaaro Francesco!…' …E lì mi sorge il dubbio di imminente inchiappettamento. E invece mi fa: 'La tua canzone 'Mamma dammi i soldi' sarà la sigla di Sanremo 1988'. E a me pareva di sentire il rumore della grande ruota del destino che girava: da sconosciuto ad autore della sigla di Sanremo. Però c'era un però. 'Ti chiamerai Espressione Musica', disse Caterina. Così, se da una parte ero felice, perché pensavo: 'Vai, faccio la sigla di Sanremo!',dall'altra pensavo: '…minchia, mi chiamo Espressione Musica!'
Un nome da buttarsi di testa contro uno spigolo. A quello che poi ho capito, effettivamente Paul Rosette era fuori causa, ed io non so quali fossero i rapporti tra la CGD e il Festival a quell'epoca, ma a quanto pare si erano improvvisamente ritrovati con un posto vacante a Sanremo. Io, dei 4 famosi vincitori ero l'unico che aveva dei pezzi pronti, perché ero l'unico cantautore. Solo che se avessi fatto la sigla col mio nome, qualcuno si sarebbe legittimamente chiesto: ma questo debuttante perché non è in gara insieme ai debuttanti? Com'è che questo sconosciuto fa la sigla? Perciò la sigla fu presentata come una specie di 'saggio finale' da parte dei vincitori del grande concorso."

"Cosa potevo dire, erano 6 anni che bussavo alle case discografiche e dormivo in macchina: potevano chiamarmi anche XYZ e non mi sarei opposto… Così gli consegnai uno dei miliardi di pezzi che avevo nel cassetto, risaliva più o meno al 1982. L'arrangiamento lo avevo fatto con un ragazzino ventenne o quasi, Rocco Tanica di Elio e le Storie Tese, che aveva portato con sé il sassofonista Feyez. Avevano due pregi enormi: primo, erano davvero bravi - secondo, costavano poco. All'epoca non li conosceva nessuno, ricordo che Tanica mi faceva sentire i loro nastri registrati in casa… "Il collegamento con Sanremo finiva ad ore assurde, non le 4 di notte ma quasi, così mi ero convinto che quel pezzo non se lo sarebbe filato nessuno. Invece qualche giorni dopo sento che va nelle radio. Poi scopro che ne hanno fatto una versione remix da 8 minuti, perché funziona anche nelle discoteche. E così, esterrefatto, da un giorno all'altro mi ritrovo invitato nelle discoteche a fare il playback in discoteca. Solo che rimaneva questo impiccio del nome Espressione Musica: ricordo una volta che sono stato invitato in una trasmissione e Loretta Goggi mi ha fatto un regalino dicendo: 'Oggi è il compleanno di Espressione Musica!' e mi ha regalato una spilletta. Ed io - salve, sono Espressione Musica. La svolta venne quando Renzo Arbore mi invitò nella sua trasmissione, 'D.O.C.', dicendo 'Però presentati come Baccini' Una liberazione!"

… per la cronaca, Paul Rosette attualmente è uno dei più apprezzati coristi italiani (ha lavorato con Mina, Adriano Celentano, Anna Oxa, Laura Pausini) e direttore del Brotherhood Gospel Choir. Anche Gianna Cerchier ha lavorato come corista (ad esempio per Fabrizio De Andrè, ma anche con lo stesso Baccini) e recentemente ha fatto un tour con il gruppo Dixie Jam. I Costabravo, dopo aver pubblicato un album si sono sciolti: Marco Costa ha poi fondato Toni & i Volumi, quindi ha inciso un album solista ed è approdato a Sanremo 1996 presentando 'Ci sono cose', ripresentandosi poi nel 1998 con 'Compagna segreta'.


Autore e interprete

Francesco Baccini nasce a Genova il 4 ottobre 1960. Impara a suonare il pianoforte da bambino, dedicandosi alla musica classica: solo intorno ai vent'anni scopre la musica leggera. Dopo aver fatto anche il camallo nel porto della sua città, inizia ad esibirsi nei locali. Nel 1988 debutta con 'Mamma dammi i soldi', sigla finale del Festival di Sanremo. Il brano è presentato con lo pseudonimo Espressione Musica, riferito a un concorso tra giovani cantanti indetto dalla CGD - Baccini è tra i primi 4 classificati. Nel 1989 esce il primo album, 'Cartoons', che vince il Premio Tenco. Nel 1990, in coppia con i Ladri di Biciclette vince il Festivalbar con 'Sotto questo sole'; nello stesso anno, incide un brano, 'Genova blues', con Fabrizio De André: un connubio che stupisce quanti considerano Baccini un cantautore soprattutto ironico, trascurando la sua capacità di scrivere brani di tutt'altro tono come 'Ti amo e non lo sai', o 'Renato Curcio'. Nel 1997 partecipa al festival di Sanremo con 'Senza tu', e pubblica 'Baccini and best friends', che include duetti con Sottotono, Enzo Jannacci e Sabrina Ferilli. Dopo 'Nostra Signora degli Autogrill' (1999), nel 2001 è uscito il suo ultimo disco 'Forza Francesco'.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin