Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Mai, mai, mai, Valentina: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



Mai, mai, mai, Valentina

1966 - A.Testa, G.Colonnello, Ed. Araldo - Mas


Nel 1966 Giorgio Gaber sembra aver voglia di cose nuove. In tale anno si presenta al Festival di Napoli, arrivando addirittura secondo (affermazione più che lusinghiera per un milanese) con la scherzosa "A' pizza".

Sta cominciando a pensare, come si intuisce da un'intervista, ai suoi futuri, celeberrimi recital (da "Il signor G" a "Polli d'allevamento"): "La commedia musicale è superata, occorrerebbe una formula nuova, un'idea originale per inserire in un testo delle canzoni. Ma per adesso non ho ancora trovato la chiave giusta". Si sente anche in controtendenza dal punto di vista musicale. "Si tende a dare al pubblico quello che il pubblico ha già apprezzato. Va lo shake? E allora giù shake. Tutti dietro all'onda. Il difetto del nostro ambiente è che si osa pochissimo".

In tale situazione si presenta per la terza volta a Sanremo e, nonostante sia stato uno dei primi a scrivere le proprie canzoni, lo fa come interprete puro. Con disincantato piglio da "chansonnier", presta la propria voce a "Mai, mai, mai, Valentina". Il brano non vince, ma entra in finale - a differenza di quanto capita a un suo celebre amico, Adriano Celentano, che con "Il ragazzo della via Gluck" viene eliminato.

Al Festival Gaber è affiancato da Pat Boone, l'affermata star americana degli anni '50. L'interprete di "Love letters in the sand" e "Speedy Gonzales" è in gara anche con "Se tu non fossi qui", in coppia con Peppino Gagliardi. Già titolare di uno show televisivo decennale, Boone era già stato in Italia per partecipare al Musichiere. "Ma non credevo che Sanremo fosse una cosa così grossa: pensavo che un cantante professionista come me, abituato ai pubblici più vasti, non dovesse aver paura del palcoscenico", confesserà in seguito. "Mi stupivo vedendo i miei colleghi italiani che non mangiavano, prendevano tranquillanti e cose del genere. Poi sono andato in teatro e sono stato contagiato, mi sono diventate molli le gambe al momento di andare davanti al microfono". Il suo breve soggiorno italiano sarà memorabile: acquisterà una Ferrari blu a Maranello, pranzerà con Enzo Ferrari, e in un solo giorno comprerà dodici maglioni nel centro di Milano. Ma quel che più conta è che con la sua presenza contribuirà in modo decisivo al successo della canzone: nella sua versione, "Mai, mai, mai Valentina" raggiungerà il n.3 e rimarrà in classifica fino al 9 aprile.

La versione di Gaber sarà meno fortunata, ma qualche mese dopo il Festival il cantautore milanese ammetterà: "Sono rimasto choccato. Modestamente credevo di aver fatto qualcosa in tanti anni di carriera. Bene, tutto ciò diventa niente in confronto al risultato sanremese: mi sono sentito fare tanti di quegli elogi per una canzone che fra l'altro non era nemmeno mia, che ancora mi chiedo se sogno o son desto".


Interpreti

Giorgio Gaberscick (poi Gaber)
Nato a Milano nel 1939, è stato uno dei grandi protagonisti della musica italiana, dagli inizi come chitarrista e pioniere del rock nei Rocky Mountains e nei Corsari (con Enzo Jannacci), fino alla trasformazione in cantante-attore di recital e monologhi durante gli anni '70. Nel primo periodo, da segnalare i brani "Ciao ti dirò", "Una fetta di limone", "La ballata del Cerutti", "Torpedo blu". Successivamente, più che i singoli brani vanno ricordati gli spettacoli scritti con Sandro Luporini, come "Il signor G", "Anche per oggi non si vola", "Libertà obbligatoria".

Pat Boone
Charles Eugene Patrick Boone, detto "Pat", è nato il 1 giugno 1934 a Jacksonville, Florida. Contraltare "per famiglie" del primo Elvis Presley, negli anni '50 e primi '60 è entrato 38 volte nella top 40 americana, rendendo brani dirompenti come "Tutti frutti" più malleabili per gli adulti. I suoi maggiori successi sono stati "Love letters in the sand" e "April love", del 1957; prima di partecipare al festival di Sanremo del 1966 con "Mai mai mai Valentina", rese celebre in America un altro motivo firmato da Alberto Testa: "Quando quando quando".
Dalla fine degli anni '50 divenne anche presentatore di un popolarissimo show televisivo, e questa divenne la sua principale occupazione quando, con l'avvento dei Beatles, la sua stella cominciò a declinare tra i giovani. Dagli anni '70 è diventato cantante-evangelizzatore su televisioni cristiane.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin