Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

La forza della vita: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



"Quest'anno al Festival lasceranno un segno soprattutto 4 canzoni: 'Gli uomini non cambiano' di Mia Martini, 'La forza della vita' di Paolo Vallesi, 'Portami a ballare' di Luca Barbarossa e 'Perché' di Leali. (…) Sul piano del testo e della melodia 'La forza della vita' è decisamente una delle migliori canzoni in gara; fonde il meglio dello stile di Baglioni, di Raf e di Masini e mette a fuoco con mirabile sintesi la capacità degli uomini di risorgere e di resistere di fronte alle avversità, compresa 'la nuova malattia', con chiara allusione all'Aids" (Mario Luzzatto Fegiz, 'Corriere della Sera', 25 febbraio 1992)


La forza della vita

1992, P.Vallesi - B.Dati, Ed. Sugar/Il Bigallo


Il cantante spiega di aver composto la canzone insieme a Beppe Dati dopo aver visto un programma televisivo sull'Aids: "E' una canzone che chiede coraggio, che chiede di non arrendersi anche quando sembra che non ci sia più niente da fare. Dopo questa canzone qualcuno mi ha accusato di semplicità, ma sono le cose semplici, quelle normali, che mi danno gioia".
Qualcuno storce il naso. "Un giornale, in una corrispondenza da Sanremo, ha titolato 'La pornografia dei buoni sentimenti'. Che cosa vuol dire? Di cosa ci si deve vergognare? Io vengo da esperienze musicali molto diverse fra loro, diciamo più 'alternative' rispetto a quello che compongo per le mie canzoni. Ho fatto per anni il turnista in sala d'incisione, suonavo il pianoforte sui dischi degli altri. Ma scrivere canzoni, intendo dire la forma-canzone, la melodia, è da sempre il mio sogno; ero un bambino, vedevo Sanremo e volevo fare questo mestiere. Sono fortunato perché ci sono riuscito, perché ho avuto persone come Dado Parisini, Beppe Dati, Caterina Caselli che hanno creduto in me. Ed eccomi qui". (da "La Repubblica")

A Sanremo '92, Vallesi è iscritto tra i "Big" in quanto vincitore tra le Nuove Proposte del 1991 (grazie a 'Le persone inutili'), ma anche in virtù delle 160.000 copie vendute del suo primo album. "Lo sconvolgimento nella mia vita è stato l'anno scorso. Adesso, se non dovesse andar bene, sono pronto a cambiare. Il diploma di ragioniere l'ho preso…", commenta. Durante la gara 'La forza della vita' schiva più di una insidia: quella di essere eseguita in playback a causa del malore di un tastierista, ma anche quella di non essere eseguita affatto, a causa di un misterioso individuo che la sera del 16 febbraio entra in una discoteca a Milano e consegna al dj un nastro con il brano di Vallesi più altre quattro canzoni in gara a Sanremo (quelli di Barbarossa, Leali, Ranieri, Ricchi e Poveri). Lo scopo evidente è quello di causarne l'eliminazione, in base alla norma che richiede che i brani in gara siano inediti. Fortunatamente la discoteca quella sera ospitava una serata non aperta al pubblico.
Nonostante i guai, le cronache festivaliere segnalano un entusiasmo incontenibile delle giovanissime, che inseguono per tutta la città Vallesi e Barbarossa. E' quest'ultimo a vincere il Festival, con 'Portami a ballare'; al secondo posto giunge 'Gli uomini non cambiano', cantata da Mia Martini. Vallesi è terzo, ma si rifà in classifica, salendo al n.1 sia con il singolo che con l'album (anch'esso intitolato 'La forza della vita'). Vallesi risulterà davvero il cantante più amato del 1992: il suo tour teatrale estivo, che inizialmente prevede 45 concerti, viene prolungato sino ad ottobre e termina dopo ottanta concerti - e questo solo perché è Vallesi a dire basta alle continue richieste di fare altri show.


Gli interpreti

Paolo Vallesi nasce a Firenze nel 1964. Nel 1990 incide il suo primo singolo 'Ritornare a vivere' , che presenta a Saint Vincent, dove incontra prima il produttore Dado Parisini, poi Caterina Caselli. L'anno successivo vince il festival di Sanremo nella sezione Giovani con 'Le persone inutili' e nello stesso anno partecipa al Cantagiro in coppia con Rossana Casale: arrivano secondi. Nel 1992 con 'La forza della vita' arriva terzo a Sanremo tra i 'campioni' dopo Barbarossa e Mia Martini. Nel 1996 torna a Sanremo con "Non andare via", ma la sua popolarità comincia a calare. Nel 1999, lasciata alle spalle la collaborazione con Parisini e il paroliere Beppe Dati, si ripresenta con "Sabato 17.45", album di buon livello, che non ottiene il successo che merita.


Gli autori

Paolo Vallesi

Beppe Dati dopo aver tentato la strada solista incidendo un album nel 1982 e musicando alcune filastrocche di Gianni Rodari, a partire dalla metà degli anni '80 diventa uno dei più apprezzati autori italiani: scrive alcuni dei più noti brani di Raf (tra questi, 'Interminatamente' e 'Cosa resterà degli anni '80'), ottiene un grande successo con 'Disperato', che nel 1990 Marco Masini porta a vincere il Festival di Sanremo nella categoria Giovani. L'anno successivo stessa sorte ottiene 'Le persone inutili', che inaugura il suo sodalizio con Paolo Vallesi; fortunata anche la collaborazione con Alessandro Canino, che incide la sua 'Brutta'. Negli ultimi anni è diventato uno degli autori prediletti di Laura Pausini.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin