Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Bimba se sapessi: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



"Di cosa parlo nei miei pezzi? Vorrei poter rispondere che mi guardo intorno, percepisco il dolore del mondo, il malessere sociale, e poi traduco in musica l'urlo di rabbia che ne deriva. Vorrei ma non posso. (…) Sono del parere che la musica sia una forma d'arte positiva, e che il suo scopo sia quello di dare serenità, allegria, voglia di stare insieme, e non il contrario. Ovviamente ognuno ha la sua visione personale in merito, e ho il massimo rispetto per tutti coloro che concepiscono la musica come veicolo di rabbia, di aggressività, di malessere. Solo che faccio fatica ad ascoltarli" (Sergio Caputo)


Bimba se sapessi

1983, S. Caputo, Ed. Mascheroni/Idiosyncrasy


Dopo il successo del primo singolo 'Un sabato italiano' e le apparizioni alla trasmissione 'Mr.Fantasy', l'uscita, nel 1983, del secondo singolo 'Bimba se sapessi' avviene a poca distanza da quella dell'album.

Questo, intolato 'Un sabato italiano', è costituito da dieci canzoni legate da un filo narrativo: raccontare l'ordinaria ricerca dello straordinario da parte di un gruppo di amici che faticano anche "solo per riuscire a galleggiare in questo pazzo mare" e tentano di spremere un po' di vita dall'ennesima serata in città.
Così, ad aprire il 33 giri è proprio 'Bimba se sapessi', che in un tripudio di fiati simulati da un sintetizzatore d'epoca che oggi potrebbe impallidire di fronte a una tastiera-giocattolo (d'altra parte, non c'era il budget per una big band) descrive con pochi tratti l'universo casalingo di un trentenne frustrato e single: "Ho una collezione di medicinali e due bicchieri, e avanzi del pranzo di ieri". A proposito di medicinali, nella sua versione originale la canzone iniziava con una frase che causò qualche problema all'autore.

Come racconta lui stesso, "Inizialmente il brano diceva 'Citrosodina granulare bevo per dimenticare / il mal di mare viscerale che questo mondo mi dà'. Mentre l'album era in distribuzione, venimmo contattati dalla casa farmaceutica che produce la Citrosodina, e un funzionario zelante ci informò che nominare un medicinale in qualunque forma di comunicazione è sempre e comunque considerato pubblicità, e la legge sulla pubblicità dei medicinali impone di dire anche 'leggere attentamente le avvertenze' e 'usare con cautela'… Per non rischiare una multa miliardaria da parte del ministero della Sanità fui costretto a rientrare in studio e cambiare la frase con la prima cosa che mi venne in mente: 'Idrofobina vegetale' (aaagh!)... Ci sono in giro solo 5000 copie con la versione originale in vinile, e vengono vendute a carissimo prezzo sul mercato nero", conclude ironicamente Caputo.
Da segnalare una curiosità: il sapore "swing" del brano convinse gli autori della trasmissione televisiva "1945 e dintorni", condotta da Enzo Biagi, a sceglierla come sigla.


Autore e interprete

Sergio Caputo
Nato a Roma nel 1954, Sergio Caputo debutta come cantautore al semileggendario Folk Studio alla fine degli anni ’70.
Dopo un minialbum passato sotto silenzio o quasi, e una ben avviata carriera di art director pubblicitario, nel 1983 incide il primo album, intitolato “Un sabato italiano”.
Il successo, favorito dalla segnalazione del programma televisivo “Mister Fantasy”, è immediato. Fino alla fine del decennio Caputo rappresenterà una delle punte più innovative della musica italiana, sollevando un po’ di polvere da edizioni del Festival di Sanremo particolarmente deprimenti (1987 - “Il Garibaldi innamorato”; 1989 - “Rifarsi una vita”; 1998 - “Flamingo”).
Negli anni ’90 il suo avvicinamento al jazz si fa sempre più marcato, anche se il genere “latino” (che pure Caputo non disdegna) suggerirebbe percorsi commercialmente più facili per l’autore di “Italiani mambo”. Ma alla passione non si comanda: attualmente Caputo vive a San Francisco dove con il suo quintetto suona la musica che più ama: il jazz.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin