Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Meravigliose labbra: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



Meravigliose labbra

1960, T.Usuelli - V.Sabel, Ed. Sugarmusic


Nel 1960 un 22enne Johnny Dorelli (giovane, ma già sulla cresta dell'onda come vincitore di due festival di Sanremo insieme a Domenico Modugno) raccontò al settimanale 'Bolero' di come 'Meravigliose labbra' avesse per lui un significato particolare.

A quanto pare il cantante lombardo aveva ricevuto lo spartito della canzone il giorno successivo all'inaspettato incontro con una antica fiamma, la quale lo aveva "gelato" rivelandogli di essersi sposata con un francese. "Sedetti in camera mia e presi tra le mani parole e musica della canzone che mi avevano mandato. Il titolo mi colpì: Meravigliose labbra…sembrava fatto per lei, per Mavì", scriveva - molto probabilmente 'romanzando' la vicenda (dopotutto all'epoca non esistevano i videoclip e bisognava arrangiarsi…). "Anche la canzone sembrava scritta da qualcuno che conoscesse la nostra storia. Mi misi al piano e cominciai a cantare. Quando giunsi alla terza strofa, la voce mi tremò: 'Ma passato un giorno te ne vai'. Passato un giorno Mavì se ne andava davvero. E per sempre. 'E nessuno c'è che sappia mai quanto grande è stato questo nostro amor', cantai come in un sogno. Fu allora che piansi".

Secondo il "Dizionario della Canzone Italiana" (elleu multimedia), la canzone si giovò del fatto che Dorelli all'epoca era "ancora influenzato da quei grandi crooner americani ai quali cercava in qualche modo di somigliare… Era un beniamino del pubblico giovane, soprattutto femminile e un po' ingenuo, al quale si rivolgeva. La canzone era sussiegosa e lacrimevole, persino un po' invadente, ma a tratti anche suggestiva, e lui la interpretava in modo un po' supponente ma di grande effetto". Un'altra versione di tutto rispetto fu quella di Miranda Martino, che tuttavia incontrò qualche problema con la censura Rai: quelle pur velate allusioni, pronunciate dalla cantante (per di più una donna moderna e decisa, piuttosto all'avanguardia, per quei tempi) misero in imbarazzo i sorveglianti della morale nazionale, e decretarono il successo della versione "maschile" del pezzo. In effetti, gli autori avevano intenzionalmente elevato il tasso di sensualità del testo - uno di loro, Virgilio Sabel, era un documentarista molto interessato alla sessualità (per quanto si potesse fare nell'Italia degli anni '50).


Interpreti

Johnny Dorelli
Nato a Meda (Mi) il 20 febbraio 1937, Giorgio Guidi ha un padre cantante, Nino, del quale già in tenera età segue le orme - anche fisicamente, visto che a 12 anni si trova con lui a Broadway, ottenendo le prime piccole parti come interprete di musical. Visto che Guidi senior ha come nome d'arte Giovanni D'Aurelio, Guidi junior gli "ruba" il mestiere e anche il nome americanizzato ("Dorelli" è "D'Aurelio" pronunciato all'inglese). Tornato a Milano, nel 1957 il giovane è cantante fisso nel gioco di Mario Riva "Il Musichiere". L'anno seguente, il trionfo a Sanremo in coppia con Domenico Modugno, con la leggendaria 'Nel blu dipinto di blu'. Nel 1959, con la canzone 'Piove', la coppia si ripete: il sodalizio funziona grazie alle caratteristiche opposte dei due interpreti - Dorelli è il contraltare elegante, "alla Sinatra", del sanguigno Modugno. E' l'inizio della invidiabile carriera del giovane "crooner" milanese, che nei decenni successivi rivelerà il suo eclettismo affiancando all'attività di cantante quella di presentatore alla radio e in tv, nonché coltivando il suo talento di attore, che gli porterà numerose soddisfazioni sia al cinema che a teatro.


Autori

Nato a Reggio Emilia nel 1920, dopo aver fatto il partigiano Teo Usuelli si diploma al Conservatorio di Milano. A fianco della sua ricerca nel campo della musica polifonica ed etnica (ma verso la fine degli anni '80 ha aggiunto ai suoi interessi l'elettronica), non trascura l'attività di autore di musica leggera e musiche per cinema e televisione. Frequentando questi ambienti incontra Virgilio Sabel, regista e documentarista, con il quale scrive il suo maggiore successo, 'Meravigliose labbra'.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin