Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Io sono vivo: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



Io sono vivo

1979, R.Facchinetti - V.Negrini, Ed. Suvini Zerboni/Discorso


Primo singolo tratto dall'album "Viva", entra in classifica al n.6 il 14 luglio 1979. Pur non raggiungendo mai il n.1, quell'estate appannaggio di Alan Sorrenti ('Tu sei l'unica donna per me') e Umberto Tozzi ('Gloria'), esce dalla top ten solo il 13 ottobre, dopo ben tre mesi.

Si tratta di un brano che fonde una frase melodica particolarmente felice, utilizzata sia come introduzione che come ritornello, con una strofa molto incalzante e "disco". Proprio come i Kiss di "I was made for lovin' you" e il Paul McCartney di "Goodnight tonight", i Pooh si cimentano con le cadenze danzerecce che impazzano in Italia (in classifica, nel luglio '79 ci sono anche 'Knock on wood' di Amii Stewart, 'Hot stuff' di Donna Summer, 'I will survive' di Gloria Gaynor).
"Eravamo nel periodo dance, in radio andavano forte tutti quei pezzi con la cassa in otto", ammette Roby Facchinetti. "Così anche noi sentivamo l'esigenza di fare qualcosa di diverso dal solito e seguire quella che era un po' l'onda del momento. 'Io sono vivo' è nata con questo spirito, e devo dire che sulle prime ha spiazzato molta gente, perché noi non avevamo ancora puntato così decisamente sulle nostre potenzialità ritmiche. Chiaramente a riascoltarla adesso non sembra niente di straordinario, ma bisogna pensare alla gente che era abituata a inquadrarci in un certo modo, compresi gli amanti storici dei Pooh che amavano le melodie piene, il pop sinfonico con l'orchestra eccetera… Devo dire che in parte fummo spiazzati anche noi dal successo di questo pezzo, grazie al quale molta gente che prima non ci ascoltava cominciò ad avvicinarsi alla nostra musica. Voleva essere un mezzo divertimento, un esperimento con quella che era la tendenza del momento, e invece ha avuto un successo straordinario. Tra l'altro, a parte la base stile 'disco-music' c'era una spruzzata di rock, con il riff all'unisono di chitarra e basso insieme, per accentuare il senso ritmico; era una cosa che all'epoca andava molto".
Un'altra piccola rivoluzione, per i Pooh, era racchiusa nel testo; e in particolare nel'audace, fatidico passaggio: "Quando la mia donna gode, io sono vivo". "Eh, quello sì che era un terremoto - detto da noi, poi…" sorride Facchinetti. "Sinceramente, io e qualcun altro nel gruppo eravamo un po' incerti al riguardo. Io, poi, ho sempre la tendenza a dire 'Oddio, non sarà troppo esagerata questa cosa…', facendo impazzire il povero Valerio Negrini, che nello scrivere i testi si è sempre sentito in qualche modo condizionato quando si è trattato di osare, di azzardare qualcosina in più… Quella volta invece ci siamo fatti convincere e non ci siamo 'autocensurati'. E infatti non è successo assolutamente niente. Anzi, quella frase aiutò il pezzo a rimanere più facilmente impresso…".


Interpreti

I Pooh
A fondare i Pooh nel 1966 sono Valerio Negrini, Mauro Zini-Bertoli, Mario Goretti, Bob Gillot e Gilberto Faggioli (nessuno di loro fa parte della formazione attuale). Nello stesso anno, poco dopo l'uscita del primo 45 giri ("Vieni fuori"), Roby Facchinetti subentra a Gillot e Riccardo Fogli a Faggioli. Nel 1967 Bertoli lascia il gruppo, che diventa un quartetto. Il primo successo, "Piccola Katy" (1968), è seguito dall'ingresso di Dodi Battaglia al posto di Mario Goretti. I primi 33 giri vengono quasi ignorati, e il gruppo rischia lo scioglimento. Invece nel 1971, con due canzoni uscite a distanza ravvicinata, "Tanta voglia di lei" e "Pensiero", quasi inaspettatamente i Pooh esplodono. Anche se nel giro di pochi mesi Valerio Negrini lascia la batteria a Stefano D'Orazio e Riccardo Fogli si mette in proprio (al suo posto giunge Red Canzian), nella prima metà degli anni '70 il quartetto, guidato da Facchinetti (e con Negrini a scrivere i testi dietro le quinte), riesce a consolidare il suo successo, che dura da 30 anni.

I maggiori successi:

Piccola Katy (1968)
Tanta voglia di lei (1971)
Pensiero (1971)
Dammi solo un minuto (1977)
Chi fermerà la musica (1981)
Uomini soli (1990)


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin