Letra y Traducción en español de Canciones Italianas · Italian songs lyrics with spanish translation · Testi di canzoni italiane con traduzione in spagnolo

De vez en cuando me preguntan por canciones, discos... si queréis intercambiar o compartir, visitad la página de facebook. GRACIAS

Cantantes


Nombres completos: LINK

Años

Canciones en dialecto


NapoletanoRomanescoSiciliano

About Kara

Adoro escuchar y traducir canciones italianas, y gracias a que soy bilingüe puedo hacerlo personalmente, sin traductores automáticos y manteniéndome fiel al significado original del texto italiano. He creado este blog para poder compartir esta música tan maravillosa con todos vosotros... ¡Sed bienvenidos!
* "Kara Hidden" no es mi nombre real, sólo es un seudónimo.

Amo ascoltare e tradurre delle canzoni italiane, e dato che sono bilingue, posso farlo personalmente, senza traduttori automatici e rimanendo fedele al significato originale del testo italiano. Ho creato questo blog per poter condividere questa musica così meravigliosa con tutti voi... Siate benvenuti!
* "Kara Hidden" non è il mio vero nome, ma soltanto uno pseudonimo.

I love listening and translating italian songs, and because of I'm bilingual, it's something I can do personally, without automatic translators and keeping the original meaning of the italian text. I have created this blog to share this so wonderful music with all you... Be welcome!
* "Kara Hidden" is not my real name, but only a pseudonym.

Archivo del blog

Visitantes desde el 24 Enero 2009

¡¡¡Gracias por vuestra visita!!!

Share
karahidden.blogspot.com

Letra en italiano al lado de traducción:
http://musica-italiana.blogspot.com

MUSICA ITALIANA - Aprende italiano / español con 846

Caffè nero bollente: Storia della canzone

Compartir en Facebook

0



"La prima volta che sono venuta al Festival, con "Caffè nero bollente", era il 1981, preistoria. Meglio non ricordare com'ero vestita" (Fiorella Mannoia)


Caffè nero bollente

1981 - A.Coggio - R.Davini - M.Cavallo - Ed. Suvini Zerboni/Calicantus


Nonostante una carriera di cantante più che decennale, iniziata nel 1967 al Festival di Castrocaro, nel 1981 Fiorella Mannoia non è un nome noto al grande pubblico. Il successo, nonostante un vago riscontro radiofonico per il 45 giri "Scaldami" e il discreto successo del brano "Pescatore", nel quale è ospite di Pierangelo Bertoli, sembra lontano - non a caso la Mannoia affianca all'attività di cantante quella di controfigura cinematografica (per Monica Vitti e Candice Bergen) e modella.

Quando nel 1981 partecipa al Festival di Sanremo, deve farlo nella sezione "Giovani", con un brano scritto da Antonio Coggio, Roberto Davini e Mimmo Cavallo. "Caffè nero bollente" si rivela il pezzo più adatto alla sua personalità: Fiorella dà voce a una donna inquieta e insoddisfatta, rabbiosa nel cantare le strofe, in preda a una sottile angoscia nel ritornello. Il testo è decisamente audace, per l'epoca: "Io come Giuda so vendermi nuda: da sola sul letto, mi abbraccio, mi cucco (…) non ho bisogno delle tue mani, mi basto da sola". L'autoerotismo, già protagonista del brano "L'America" lanciato l'anno precedente da Gianna Nannini, irrompe con decisione sul palco di Sanremo. "Con quest'inno alla masturbazione e al separatismo femminile le distanze dai vecchi Festival di Nilla Pizzi ma anche di Betty Curtis diventano abissali, incolmabili" ("Storia della Canzone Italiana, Gianni Borgna, edito da Mondadori).
Autore del testo, su musica di Rosario De Cola, è Mimmo Cavallo, cantautore napoletano che ha ottenuto un certo successo alla fine degli anni '70 con "Siamo meridionali" e "Uh mammà". Gradualmente convertitosi in autore (ad esempio per Mia Martini e Gianni Morandi), Cavallo ha scritto per Fiorella Mannoia anche "Canto contro".
Negli anni successivi l'interprete romana prenderà le distanze da questa fase del suo percorso artistico e dalle relative canzoni. "Caffè nero bollente" verrà pertanto esclusa dal repertorio: ecco la spiegazione in questa intervista del 1992 al "Corriere della Sera": "Quello è un periodo molto lontano e che io certamente non rinnego anche se non mi sento ancora pronta a portare sul palco quelle atmosfere. Quando ho iniziato a cantare ero giovanissima e non riuscivo a capire molto bene cosa succedeva intorno a me, non c'erano progetti precisi". Solo alla fine del decennio la Mannoia si riconcilierà con la canzone, non di rado utilizzata in alcuni casi come brano d'apertura dei concerti.


Interprete

Fiorella Mannoia (Roma, 4/02/1954) ha esordito giovanissima come cantante a Castrocaro nel 1967. Dopo una partecipazione al Disco per l'estate nel 1969, per alcuni anni ha affiancato i tentativi come cantante (soprattutto con dei 45 giri) all'attività di stunt-girl e controfigura a Cinecittà. Nel 1981, finalmente, il primo successo con la canzone "Caffè nero bollente", presentata al Festival di Sanremo. Stesso palcoscenico, e ulteriore consenso, nel 1984 con "Come si cambia". Nel 1987 la consacrazione, con il suo terzo Festival e il brano "Quello che le donne non dicono", scritta da Enrico Ruggeri e Massimo Schiavone: ottiene il Premio della critica, l'ottavo posto in classifica, e l'ingresso in hit parade. Da allora Fiorella Mannoia è riconosciuta come una delle maggiori interprete italiane, nonchè una delle preferite dai cantautori - basti citare Ivano Fossati e Francesco De Gregori. Nel 2000 è stata la prima donna ad essere invitata come "superospite" al Festival di Sanremo.


Fonte: Link

0 COMENTARIOS:

Publicar un comentario en la entrada

Bienvenid@! / Benvenut@!
Escribe un comentario / Lascia un commento

¡Gracias por tu visita!

 
846 y
seguimos
gracias
a tod@s
Traductor@s
"Kara Hidden"
Pedro González
Manuela Putzu
Gelos Gelos
Beatriz Demarchi
Maria Giovanna
Federica Biosa
Davide Zanin